Privacy Policy

Il romanzo storico

di Roberto Perrone
 
facebook

Nota biografica dello scrittore

Roberto Perrone, architetto, ha insegnato, dal 1987 al 2016, Architettura e Geometria Descrittiva presso L’Istituto Statale d’Arte di Grottaglie (TA). Nella professione si occupa prevalentemente di storia del paesaggio e delle bonifiche, di verde urbano e territoriale, di pianificazione ecologica e paesaggistica con progetti e studî sul litorale jonico tarantino. Su questi temi ha pubblicato articoli scientifici e divulgativi su riviste nazionali e locali e su quotidiani di Puglia e Basilicata. È autore di contributi nei volumi collettanei: Le torri costiere in Provincia di Taranto, 1983, e Guida naturalistica delle Gravine, 1993; del 2010 è la monografia Il Parco Comunale dalle origini all’attualità di Marina di Ginosa; sui temi del federalismo e la pianificazione territoriale, Attualità del federalismo di Adriano Olivetti nel ridisegno della provincia di Taranto. Un’ipotesi di studio per le Comunità concrete, in «Riflessioni – Umanesimo della Pietra», Martina Franca, luglio 2015, pp. 5-32. 

Negli ultimi anni parte delle sue ricerche sono finalizzate al racconto, in romanzi storici, di eventi e personaggi reali uniti alla descrizione analitico-letteraria dei paesaggi interessati: del 2012 è Laclos e l’isola delle ellissi. L’ultimo viaggio di Choderlos de Laclos – Diario segreto, Napoli-Taranto, 1803, Taranto, Scorpione Editrice; del 2014 è La Notte di Taranto. Intorno a una città e alla notte dell’11 novembre 1940, Scorpione Editrice.

Dal 2018 ha scoperto l’editoria elettronica, in particolar modo il self-publishing, iniziando a pubblicare i suoi romanzi anche sotto forma di e-Book. In questa pagina presentiamo i suoi primi tre e-Book.

I Giorni dell'Elba

Storia di un internato militare
 

1

PRESENTAZIONE DELL’OPERA

di Roberto Perrone

Carmine Perrino, 20 anni, fante mitragliere nel Regio Esercito, precipita come tanti nel vortice terribile dei “quarantacinque giorni” cruciali della storia italiana contemporanea, dal 25 luglio all’Armistizio dell’8 settembre 1943, in cui tutto crolla: il Regime fascista, lo Stato, la monarchia, le Forze Armate e la vecchia idea di Patria inculcata nel Ventennio. Mandato in servizio sull’Isola d’Elba, considerata da Mussolini «la Sentinella dell’Impero» per le sue poderose fortificazioni, dopo l’8 settembre parteciperà al tentativo di resistenza all’occupazione tedesca, destinato a fallire dopo un bombardamento aereo terroristico germanico su Portoferraio il 16. Abbandonata l’isola, come tutto l’esercito sul continente, dal Re e dai vertici militari italiani fuggiti nottetempo a Brindisi il 9 settembre, Carmine Perrino, insieme agli altri 8000 militari del presidio elbano, sarà fatto prigioniero e deportato, il 18 settembre, nei lager del Terzo Reich, come tutti i 750.000 Internati Militari Italiani che dissero il primo «No!» all’offerta di passare dalla parte dei nazisti.

Questa vicenda romanzata, basata sulla biografia reale del protagonista e su una copiosa documentazione storica degli eventi reali narrati, scava con crudezza nell’animo di una generazione tradita e su un periodo cruciale della nostra storia, attorno al primo atto corale di Resistenza al nazi-fascismo, misconosciuto ai più e a lungo trascurato dalla storiografia ufficiale.

eBooks

I giorni dell’Elba

Storia di un internato militare 1

versioni epub e mobi

eBooks

L’autore, attraverso la voce di un testimone del tempo, ci consente di ripercorrere alcuni dei momenti più drammatici della recente storia d’Italia. La lettura dell’opera, particolarmente indicata agli studenti dei licei, offre un’opportunità unica di riflessione storica e di comprensione di eventi che hanno cambiato le sorti del nostro Paese.

Distribuzione

L’ebook è presente su quasi tutti gli store online. Il link in basso conduce alla pagina dell’autore sullo store di Streetlib, con il quale ha prodotto e pubblicato l’opera.

Tradotta

Storia di un internato militare

 

2

PRESENTAZIONE DELL’OPERA

di Roberto Perrone

Nel primo volume di questa serie, I giorni dell’Elba, sono state narrate le vicende del fante ventenne Carmine Perrino, in servizio nelle difese costiere dell’isola toscana durante le settimane che, dopo la caduta del fascismo, portano all’armistizio dell’8 settembre 1943 e allo sbando del Regio Esercito. Dopo un tentativo di resistenza stroncato da un bombardamento aereo terroristico germanico su Portoferraio il 16 settembre, gli 8000 soldati sull’isola vengono rastrellati e catturati dalla Wehrmacht per essere deportati nei lager del Terzo Reich e sfruttati nei lavori forzati. In questo volume è narrato il tragico viaggio all’inferno, fin dal 18 settembre, piombati in carri bestiame di lunghe tradotte su ferrovia, che alla sconfitta e al tradimento inflitti dai loro capi militari, rovesciano su questi giovani ventenni l’umiliazione e le prime privazioni di una lunga prigionia. Cinque giorni di sospensione penosa in una non-vita, come le bestie destinate a quei carri, secondo la regola: «Cavalli 8 uomini 40». Un viaggio intriso di rabbia e di delusione, di smarrimento e con alcuni pericolosi tentativi di fuga, solo sfiorato dal calore dei civili che offrono ogni conforto possibile al passaggio della tradotta dalle stazioni di città grandi e piccole, ma solo fino al confine del Tarvisio. Da qui, con l’attraversamento della Germania martellata dai bombardamenti degli Alleati, l’arrivo stremato, il 23 settembre 1943, al primo, grande lager.

eBooks

Tradotta

Storia di un internato militare 2

versioni epub e cartacea

eBooks

il 16 settembre circa 8000 soldati vengono rastrellati e catturati sull’isola d’Elba dalla Wehrmacht per essere deportati nei lager del Terzo Reich e sfruttati nei lavori forzati. Il volume narra il tragico viaggio all’inferno, piombati in carri bestiame verso i lager tedeschi dove li privazioni di ogni genere e una lunga prigionia.

Distribuzione

L’ebook è presente su quasi tutti gli store online. Il link in basso conduce alla pagina dell’autore sullo store di Streetlib, con il quale ha prodotto e pubblicato l’opera.

La notte di Taranto

 

PRESENTAZIONE DELL’OPERA

di Roberto Perrone

Il duro attacco aereo inglese alle navi della Regia Marina italiana nel porto di Taranto, nella notte fra l’11 e il 12 novembre 1940, è vissuto e narrato in prima persona dal sergente di Marina Gaetano Paglia, in servizio alla Base Navale. 

     La tensione che precede il temuto attacco, i preparativi e le polemiche sulle difese inadeguate della Base e dell’intera flotta, si intrecciano, per Gaetano, con la riscoperta critica della città, della sua storia e le sue trasformazioni – che egli percepisce come “perdite” – fin dall’arrivo della Marina a fine ‘800, che ne farà una “città/caserma”.

In quelle ore egli interroga anche sé stesso, il senso del suo essere soldato e le sue vere aspirazioni, il legame sempre più forte con la sua amata lontana. Mentre decide di lasciare la Marina, Gaetano tesse una ripartenza nelle sue vicende di vita, intrecciate coi nodi e i destini della città dei due mari, che egli vede ormai costretta «sotto il segno delle sue navi».

   Si annodano così, al termine del viaggio, i fili di una intravista “Itaca” cui approdare, nel segno contrastato di un nóstos, un ritorno sì legato alla casa e agli affetti, ma anche volto a una più lunga gittata, verso il lettore di oggi: tutta dentro i problemi e le chiavi – più che mai attuali – del futuro della città stessa e del suo rapporto con la Marina Militare, oggi ormai da riscrivere profondamente.

eBooks

La notte di Taranto

versioni epub e cartacea

eBooks

L’attacco aereo inglese alle navi della Regia Marina italiana nel porto di Taranto, nella notte fra l’11 e il 12 novembre 1940, è vissuto e narrato in prima persona dal sergente di Marina Gaetano Paglia, in servizio alla Base Navale.

Distribuzione

L’ebook è presente su quasi tutti gli store online. Il link in basso conduce alla pagina dell’autore sullo store di Streetlib, con il quale ha prodotto e pubblicato l’opera.

Contatta l'autore

Puoi contattare Roberto Perrone utilizzando l’apposito form per richiedere informazioni sui suoi lavori o per consulenze didattiche.

3 + 13 =