Privacy Policy

Decameron

un'opera chiave del trecento europeo

PRESENTAZIONE DI UN’OPERA

Il Decameron di G. Boccaccio

Paolo Maria Gilberto Maino

Che cos’è il Decameron? Oggi di fronte ad un libro della saga di Harry Potter della Rowling oppure ad un nuovo romanzo di Stephen King useremmo un termine sintetico «best seller». Ecco per capire cos’è stato il Decameron nel 1300 e nei primi decenni dopo la sua stesura bisogna proprio partire da questo termine «best seller». Certo uno strano best seller che è rimasto manoscritto per oltre un secolo e mezzo fino all’invenzione della stampa!

Se inoltre pensiamo alla mole non indifferente del Decameron – ovvero una lunga opera in prosa -, il fatto che siano arrivate a noi così tante copie manoscritte è un dato molto importante da cui partire.

Qual è l’identikit del lettore medio? Si tratta di borghesi, mercanti, uomini di affari o persone impegnate nelle corti. In sintesi la scrittura più tipica di chi scrive del Decameron è quella mercantile rispetto alle poche lettere di ambito alto e aristocratico.

Tutto questo per dire con Vittore Branca (il più importante studioso di Boccaccio della seconda metà del 900) che

il Decameron si affaccia cioè sulla scena della cultura degli ultimi decenni del Trecento, non come un’opera nobilitata da un riconosciuto blasone di tradizione letteraria; ma come un libro di lettura amena, come un’opera creata non per l’assaporamento dei letterati raffinati ma per la gioia dei lettori più comuni e più sprovveduti.

Questo successo del Decameron in contesti non necessariamente e non soprattutto alti fornisce un ulteriore spunto: non si tratta di un’opera che si inserisce nel solco della cultura classica, nella tradizione pur recente ma alta della lirica già definibile come petrarchesca, invece – come dice ancora una volta Branca –

I suoi antecedenti andavano se mai ricercati nella lussureggiante e selvosa produzione narrativa a carattere borghese e popolaresco in quella produzione di piano inferiore e senza pretese letterarie che, diffusa anche per via orale, era ricercata dalla media società dei secoli precedenti come uno dei passatempi quotidiani. Il Decameron appariva a quei lettori come il capolavoro in questo campo, come la geniale sistemazione di una materia amatissima, ma ancora grezza e allo stato fluido, bisognosa soprattutto di un assestamento armonico e stabile.

Il Decameron è quindi l’opera fondamentale per capire come Boccaccio sia di fatto uomo di una età di passaggio tra Evo Medio e Evo Moderno. Anzi si potrebbe dire che il Decameron è più sensatamente da considerare il capolavoro di questo colorato Autunno del Medioevo (secondo la celebre definizione di

Huizinga) piuttosto che il manifesto di una modernità che ha dato una presunta decisiva spallata al vecchio mondo medievale come fino a Branca in tanti lo hanno considerato.

Il proposito nei vari video di presentazione delle novelle è anche di provare a verificare questa ipotesi percorrendo alcune pagine del Decameron che possano aiutare a capirne l’impianto narrativo e quindi consentano di incontrare il genio creativo o ‘ricreativo’ di Boccaccio che davvero è riuscito a dare «una geniale sistemazione» ad «una materia amatissima» ricca, realistica, avventurosa, licenziosa, scabrosa, elegiaca: insomma umana nel senso pieno del termine.

eBooks

Andreuccio da Perugia e Nastagio degli Onesti

versioni per devices apple (iPad, iPhone, Mac)

eBooks

L’autore propone tre ebook che vogliono essere un tentativo di coniugare le conoscenze approfondite di anni di insegnamento e ricerca di chi scrive con la possibilità di attivazione didattiche che possano sfruttare le potenzialità dei devices apple.

Interattivi e multimediali

Negli e-books sono presenti verifiche e ricchi glossari come supporti didattici. Inoltre, a impreziosire il testo immagini, video e audio.

Distribuzione

Scarica i tre ebook direttamente dallo store iBooks della Apple:

La scuola 360

Canale youtube

 

L’autore P. Maino propone sul suo canale YouTube “La scuola 360” una serie di video didattici, frutto del lungo lavoro di studioso e di insegnante di liceo. Nello specifico sul canale sono presenti i seguenti video:

 

  1. Sintetica introduzione alla struttura del Decameron con un affondo particolare al rapporto tra cornice e novelle
  2. Introduzione alla celebre novella del Decameron di Boccaccio “Andreuccio da Perugia
  3. Schematizzazione del percorso di Andreuccio da Perugia nella sua allucinata notte napoletana
  4. Spunti di lettura a proposito della novella Andreuccio da Perugia di Boccaccio
  5. Nastagio degli Onesti (V,8): breve sintesi della novella accompagnata dai quadri di Botticelli
  6. Corso base di Grammatica Latina in brevi video di presentazione teorica e di chiari ed essenziali esempi (1^ lezione)
  7. Grammatica latina: la seconda declinazione e il genere neutro (2^ lezione)
  8. Traduzione guidata del carme proemiale del Liber di Catullo
  9. Catullo, Carme 85: traduzione con visualizzazione semplice e immediata dei termini latini corrispondenti
  10. Presentazione del tessuto retorico e della struttura del Carme 1 del Liber di Catullo
  11. Commento al Carme 1 del Liber di Catullo. Un percorso tra le parole chiave

Contatta l'autore

Puoi contattare Paolo M.G. Maino utilizzando l’apposito form per richiedere informazioni sui suoi lavori o per consulenze didattiche.

14 + 6 =